Il ciclo del tecnico francese, Zinedine Zidane, sembra quasi finito. L’allenatore, dopo la sconfitta in semifinale in Supercoppa e la clamorosa eliminazione ai 16esimidi Coppa del Re contro un club di terza serie, finisce sul banco degli imputati. Prendendo in considerazione i pareggi di Elche e Pamplona e le suddette due sconfitte, il Real Madrid è in piena crisi. La clamorosa eliminazione dalla Coppa contro l’Alcoyano rafforza ancora l’idea di cambiare dirigenza a fine stagione. I media spagnoli parlano di ciclo finito, anche se il diretto del club sarebbe interessato a non rimuovere subito Zidane, e ad aspettare ancora al meno fine stagione. Ora il Real è ancora in corsa per vincere qualcosa.

Zizou, invece, non ha nessuna intenzione di dimettersi e la società non vuole per ora prendere decisioni nell’immediato. Il presidente non vuole prendere decisioni drastiche nell’immediato, accetterebbe le dimissioi di Zidane, ma per ora non ci sono le indicazioni sul fatto che possono arrivare. Le parole di Zidane dopo l’eliminazione in Coppa provano che si è preso le responsabilità di ciò che era successo: “Sono l’allenatore e come sempre non ho problemi a prendermi le colpe anche perchè i giocatori ce l’hanno messa tutta … il calcio è questo, siamo fuori dalla Coppa e mi prendo le mie responsabilità. Non è una vergogna, è un giorno triste, ma continueremo a lavorare pensando alla Liga e alla Champions.

In fondo restano ancora in piedi due obiettivi: la Champions, dove i blancos scenderanno in campo contro l’Atalanta agli ottavi, e la Liga. Per ora sembra di aver accettato ciò che era accaduto: „Quando si perde se ne parla sempre, vedremo quello che succedera’, ma io sono tranquillo anche se dispiaciuto. Non mi piace perdere, tutte le sconfitte sono dolorose per me e per i miei giocatori”.

Chi per post-Zidane

Sono diversi i nomi che circolano per sostituire Zidane sulla panchina del Real Madrid. Uno su tutti Massimiliano Allegri che, nonostante le voci ed ipotesi che circolavano durante la stagione estiva e anche quell’invernale, non ha ancora trovato la sua prossima squadra. Real lo prende sul serio in considerazione, ma c’è anche la Roma che lo consdera la prima alternativa per sostituire Paulo Fonseca.

Un altro candidato sarebbe anche lui ex calciatore dei blancos e una leggenda del Real, ovvero Raul Gonzalez Bianco. Non ha mai avuto un’esperienza su una panchina di prima squadra, ha guidato solo le giovanili del Real Madrid. Sembra che l’ipotesi del sostituto Allegri offra maggiori garanzie. Due scelte e filosofie completamente diverse.

Vedremo se il vento per il Barcellona cambierà la direzione con l’arrivo di un nuovo allenatore. In ogni caso, vale la pena pensare due volte prima di piazzare le scommesse sportive.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *